Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/11/18 ore

Tra Nuova e Più Europa, Cacciari vs Bonino



Se l'Europa che c'è non ci piace. L'Europa che si prospetta potrebbe essere molto peggio. Siamo infatti “sull’orlo di una drammatica disgregazione, alla quale l’Italia sta dando un pesante contributo, contrario ai suoi stessi interessi”.

 

Bisogna quindi fare presto, dice Massimo Cacciari, perché saranno decisive le prossime elezioni europee. Questa estate il filosofo ed ex sindaco di Venezia lanciò un appello aprendo una discussione pubblica sul tema, attraverso iniziative e confronti in tutte le sedi possibili.

 

All'Istituto dell'Enciclopedia Treccani la scorsa settimana è stato ribadito il concetto, nella speranza di smuovere dal torpore chi ritiene fondato il rischio “che il più vasto schieramento di destra dalla fine della Seconda guerra mondiale" ci faccia fare un salto nel buio.

 

Per affrontare questa battaglia i firmatari dell'appello di Cacciari ritengono indispensabile chiudere con il passato ed aprire nuove strade all’altezza della nuova situazione, con una netta ed evidente discontinuità... (VIDEO)

 

 

 

 

 


Commenti   

 
0 #3 ilSocialista 2018-10-31 00:11
se si non sitroverà la via di uscita con la pace, allora ci sarà la tentazione di farlo, consapevolmente o inconsciamente, con dei conflitti, come già ampiamente sperimentato nel secolo scorso; infatti i conflitti hanno la facoltà di resettare magicamente tutto come succede con un PC imballato; azzerano i debiti, limano le ricchezze in eccesso, ammazzano le diseguaglianze, danno la piena occupazione sia durante che soprattutto dopo; al netto dei morti ammazzati, dopo i vivi sono tutti contenti e speranzosi; funziona così dai tempi delle piramidi.
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2018-10-30 22:03
La nuda verità è semplicemente che il sistema monetarista-lib erista su cui impernia anche l'attuale europa, ha fallito; se non si mette questo punto al primo posto del programma e ci si propone di modificare alla radice il modo di pensare e di operare, facendo l'interesse delle masse e non dei pochi che con questo sistema hanno prosperato, NON-SE-NE ESCE.
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2018-10-30 22:02
ottimo articolo; bè le persone nel filmato sono tutte intelligenti, preparate, colte, però stranamente sembrano brancolare nel buio come ignorando o volendo a forza ignorare che siamo ad un tornante della Storia; il nocciolo del problema sta di fronte ai loro occhi, è grosso come un elefante ma non lo vedono come se fossero bendati;e sembrano non poterlo vedere anche se gli rovina addosso; in effetti la sinistra di un tempo prometteva buoni posti di lavoro, progresso, aumento dei salari, diminuzione delle diseguaglianze; oggi può promettere solo sacrifici, bassi salari, disoccupazione, precarietà, vantaggi per pochi e svantaggi per più; è evidente il perchè la gente voti a destra che promette si le stesse cose, ma almeno vuole evitare l'afflusso di infelici ancora più infelici che abbassino ancora maggiormente il livello dell'umore e delle aspettative.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna