Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/10/19 ore

Pedofilia da Codice Penale, ratificata la Convenzione di Lanzarote


  • Livio Rotondo

Il Senato ha approvato, con 262 voti favorevoli, l’ introduzione dell’art. 414 bis nel Codice Penale, ratificando in toto la linea guida prevista dall’Europa in merito a reati sessuali compiuti a danno di minori; e, finalmente, compare la parola “pedofilia” sul Codice (non è passata invece la proposta della Lega di castrazione chimica per i reati sopra ascritti).

 

La cosiddetta convezione di Lanzarote, aperta alla sottoscrizione dal 25 ottobre 2007 (redatta il 12 luglio dello stesso anno) e sottoscritta da 41 Stati, è entrata in vigore il 1 luglio del 2010, dopo la necessaria ratifica di almeno 5 paesi membri. La Convenzione, a cui il ddl di ratifica approvato fa riferimento, ribadisce e rafforza i diritti di un minore sottoposto a procedimento giudiziario in quanto vittima di abusi.


Il minore ha diritto ad essere ascoltato con dignità e rispetto, ad essere protetto da qualunque forma di discriminazione, ad essere informato, ascoltato e essere libero di esprimere la propria opinione o preoccupazione, ad una efficiente assistenza, privacy, sicurezza o prevenzione speciale.

 

Con queste ed altre indicazioni si apre il documento che, nella seconda parte, prevede un rafforzamento delle misure cautelari ed un inasprimento delle pene a carico di coloro che vengono condannati per reati contro la famiglia più in generale, da 3 a 5 anni per istigazione e pratica della pedopornografia e pedofilia o adescamento di minore attraverso qualunque mezzo atto a conquistare la fiducia del bambino (anche attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie).

 

Per far sì che le misure vengano rispettate è necessario integrare sistematicamente i diritti dei minori nella politica europea con un coordinamento interregionale, nazionale se non internazionale, in modo da arginare il fenomeno e migliorare la conoscenza e la prevenzione delle dinamiche pederaste attraverso la formazione di lavoratori con competenze e capacità specifiche.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna