Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/11/18 ore

Prostituzione, sognando Amsterdam: la Napoli sperimentale di Luigi de Magistris


  • Antonio Marulo

Forse è vero, è ingeneroso ironizzare sul fatto che la Napoli di de Magistris si sia ridotta al lungomare liberato. Il sindaco della rivoluzione arancione, infatti, mentre lavora alacremente con tutta la Giunta al progetto di un movimento di sindaci che guardi alle elezioni politiche del 2013, sforna idee una dietro l’altra, per trasformare la sua città in una sorta di laboratorio dove provare soluzioni ai problemi che investono poi l’intera nazione.

 

Si prenda, ad esempio, la Prostituzione, per la quale è in cantiere “un progetto per un quartiere a luci rosse”. Di fronte a un incremento del fenomeno, de Magistris - intervistato da radio 24 – dice di voler “aprire un dibattito e affrontare il problema laicamente”, partendo dal presupposto che "la prostituzione in quanto tale non è vietata dalla legge, è vietato lo sfruttamento”.

 

Quindi, perché non pensare a un modello Amsterdam? “Più o meno, qualcosa di diverso ma, in qualche modo, anche simile”: de Magistris immagina un’area da regolamentare, togliendola così dal controllo della malavita organizzata, “dove si sa che in qualche modo è praticata la prostituzione”.

 

L’idea dell’ex magistrato è quella di “sperimentare”, un fatto che trova “positivo per una grande città internazionale”. E di sperimentazione si può parlare anche per l’altra faccia del sesso mordi e fuggi. Infatti, le preoccupazioni del Sindaco di tutti i napoletani vanno a quelli che “oggi come oggi, non si possono permettere di avere una casa o di andare in un albergo” e che magari non vogliono rinverdire i fasti di una volta del parco Virgiliano sulla collina di Posillipo.

 

Ecco quindi “un secondo progetto (che è molto avanzato) a cui sta lavorando la Giunta” partenopea in accordo con "alcune municipalità e associazioni”. “Sul tema – annuncia de Magistris - apriremo un dibattito (un altro ndr) anche in Consiglio comunale”, diventato ormai un cineforum anni ‘70.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna