Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

06/12/21 ore

Italia in bancarotta, Grillo vuole ‘la patente’


  • Antonio Marulo

Dopo la retromarcia su Roma e reduce dalla prima batosta elettorale in Friuli se confrontata con le politiche di Febbraio, Beppe Grillo è tornato in pompa magna a vestire i panni di Cassandra. Lo ha fatto ancora una volta a mezzo stampa estera, facendosi intervistare dal giornale tedesco Bild per dire, fra l’altro, che "in autunno l’Italia finirà in bancarotta", non potendo nemmeno pagare stipendi pubblici e pensioni.

 

Non è la prima volta che il Megafono del Movimento 5 Stelle fa il profeta di sventure, annunciando l’apocalisse economica per il nostro paese. E, per la verità, ha anche gioco facile, visto che sull’orlo del fallimento l’Italia vive da tempo, se è vero che si è fatto ricorso al commissariamento con il Governo Monti. Del resto, non in senso tecnico ma poco ci manca, cosa è, ad esempio, il mancato pagamento dei crediti alle imprese se non una forma dolce di bancarotta?

 

Certo, Grillo evoca scenari con le casse dello stato totalmente prosciugate. La sua, però, più che una previsione sembra essere un auspicio. Lui è il M5S, essendo finora completamente privi della parte costruttiva nella proposta politica, vivono infatti di crisi e della crisi per giocare sulla rabbia e la disperazione della popolazione e raccogliere così consensi.

 

Un po’ come le imprese di pompe funebri che vivono di defunti, il destino dei grillini, tuttora sembra essere legato indissolubilmente al peggioramento delle condizioni del Paese. Insomma, la catastrofe è, in quanto tale, ragione stessa di vita.

 

Su queste basi, non hanno poi tutti i torti quelli che, fra i più scaramantici, alla vista dell’ex comico non si risparmiano scongiuri.


Aggiungi commento