Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/09/18 ore

Un piano Marshall per l'Africa? Non ci sono le condizioni


  • Anna Mahjar-Barducci

"Nessun Piano Marshall può funzionare per i mercati in via di sviluppo dell'Africa... L'Africa ha bisogno di essere costruita da zero, non riabilitata o ricostruita."

 Prof. Adebayo Adedeji, economista nigeriano ed ex Segretario esecutivo delle Commisione Economica per l'Africa delle Nazioni Unite. Discorso del 2002

 

 

Leader italiani ed europei cominciano a dire che serve un Piano Marshall per l'Africa, per frenare l'emergenza migranti. Il presidente di Forza ItaliaSilvio Berlusconi ha sostenuto a più riprese la necessità di un grande Piano Marshall per l’Africa, per evitare che l’Europa venga "invasa dai sei miliardi di persone che vivono nella miseria" (ilgiornale.it, 14-12-2017). Intervenendo a Bruxelles agli European Development Days, inoltre, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha detto: "Serve un nuovo piano Marshall. Non è solo nell'interesse dell'Africa, è anche nel nostro interesse" (Ansa.it, 5 Giugno, 2018).

 

Ma un Piano Marshall per il continente africano è davvero fattibile?

 

Secondo l'economista americano Tyler Cowen, no. In un articolo, intitolato "The Marshall Plan: Myths and Realities" ("Il Piano Marshall: Miti e Realtà"; Washington: Heritage Foundation, 1985), Cowen mette anche in discussione il fatto che il Piano Marshall per la stessa Europa abbia avuto un vero impatto positivo.

 

A parere dell'economista americano, infatti, l'Europa si sarebbe ripresa comunque con o senza il Piano Marshall, aggiungendo che non esistono prove convincenti che sia stata l'iniziativa americana a provocare la crescita economica europea. Di fatto, l'aiuto americano non ha mai superato il 5% del PIL dei paesi riceventi. Cowen scrive: “Il totale dell'assistenza economica era minuscolo comprato alla crescita che ebbe luogo negli anni Cinquanta”.

 

A ogni modo, a prescindere dagli effetti che possa aver avuto del Piano Marshall, c'è da considerare che la condizione post-guerra dell'Europa era unica. Come nota lo stesso Cowen, l'economia europea era già industrializzata e ben integrata. Inoltre, l'Europa aveva già una lunga tradizione di istituzioni capitaliste. Cowen evidenzia anche il fatto che il fenomeno di rinascita di queste istituzioni era incoraggiato dagli stessi leader europei, come Ludwig Erhard nella Germania occidentale e da Luigi Einaudi in Italia, più che da input esteri.

 

In Africa però queste stesse condizioni che esistevano nell'Europa del dopoguerra non ci sono. Sono completamente assenti. Sono pochi i paesi in via di sviluppo che hanno una tradizione di capitalismo e industrializzazione. Cowen evidenzia inoltre che negli anni è stato dimostrato come il foriegn aid sia complemente incapace di incoraggiare la nascita di simili istituzioni. Gli aiuti internazionali e il Marshall plan infatti promuovono soltanto il carattere "government-to-government", ovvero lo statismo, e non la free enterprise e la libertà economica.

 

Un Marshall Plan per l'Africa pertanto sarebbe soltanto un ulteriore costo inutile per l'Europa. Il Marshall Plan non contribuirebbe al benessere delle società africane, perché non produrrebbe una cultura imprenditoriale. Tale programma sarebbe una replica del forEign aid, che – per come impostato - continua da anni a finanziare la falange di burocrati corrotti e progetti i cui eccessivi costi di realizzazione non sono compensati dai benefici che danno.

 

 


Commenti   

 
0 #4 Van 2018-08-23 01:30
Hi. I see that you don't update your website too often. I know that writing content is
boring and time consuming. But did you know that there is a tool that allows you to create new posts using existing content (from
article directories or other blogs from your niche)?
And it does it very well. The new posts are high quality and
pass the copyscape test. Search in google and try: miftolo's tools

my web blog ... PamJuicy: https://LonnySick.wix.com
Citazione
 
 
0 #3 Giovanna 2018-06-19 10:53
... con il garbo e la delicatezza che gli sono propri ilSocialista porta il suo contributo dal carattere contorto e ideologizzato.. ..
Citazione
 
 
-1 #2 ilSocialista 2018-06-18 18:40
oltre che a mangiare il piano marshall servì a ricostruire le infrastrutture; ferrovie, porti, linee elettriche, senza le quali ovviamente la iniziativa privata non si può sviluppare; poi fu uno strumento politico utilissimo per avvicinare all'occidente l'europa al di qua della cortina, tanto è vero che i paesi dell'est sotto l'egida di mosca lo respinsero sdegnati;
quello del piano Marshall fu una scelta lungimirante e perfettamente azzeccata che diede una spinta consistente allo sviluppo dell'occidente, accelerando di molto i tempi della ricostruzione.
I miserabili ideologiucioli baby boomers americani come Tyler Cowen, cresciuti DOPO nella bambagia benessere che di tutto questo non hanno visto nè capito una mazza, ai vari Marshal dovvrebbe baciargli i piedi e invece hanno l'ardire di sputarci pure sopra;
Per fortuna le nefande strampalate di questa gentaglia da strapazzo sono prossime alla crisi definitiva.
Citazione
 
 
-1 #1 ilSocialista 2018-06-18 18:23
Tyler Cowen, quelli della scuola austrica, e tutti gli altri miserabili sconclusionati elitisti che li mantengono e li sovvenzionano a pioggia si devono sciacquare la bocca quando parlano del dopoguerra e dei trenta gloriosi; quello era un tipo di sviluppo capitalistico sostenibile che mirava alla crescita complessiva delle società e non al privilegio finanziario dei pochi che potesse sgocciolare supra le masse; per fortuna il monetarismo-lib erisno si sta gradualmente crepando da tutte le parti e la fine del ciclo è prossima; e questa fine miserabile era perfettamente prevedibile, fin dall'inizio;
il piano Marshall servì prima di tutto ad una cosa molto semplice: a mangiare; e se Tyler Cowen fosse stato una donna europea costrettta a prostiruirsi per mangiare come fecero diverse donne allora, forse la penserebbe diversamente.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna