Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/06/19 ore

Siria, Domenico Quirico è tornato a casa



Il giornalista della Stampa di cui si erano perse le tracce in Siria circa 5 mesi fa è libero. E' atterrato a Roma con un volo speciale dopo la mezzanotte e come prima cosa ha detto di aver avuto paura e di non essere stato trattato bene.

 

 La notizia della liberazione era stata riferita poche ore prima da fonti della Farnesina. «La liberazione di Domenico Quirico mi riempie di grande gioia e di soddisfazione. Il mio pensiero va prima di tutto ai parenti che potranno finalmente riabbracciare Quirico dopo tanti mesi e numerosi momenti di ansia». Lo ha dichiarato il Ministro degli esteri Emma Boninoche  ha poi ringraziato “la Farnesina e la sua Unità di crisi, gli altri apparati dello Stato che insieme hanno con grande determinazione seguito ogni possibile canale per portare a soluzione un caso particolarmente complicato in un contesto ambientale così difficile come quello siriano. La liberazione del giornalista è anche una bellissima notizia per tutti i rappresentanti dei media che rischiano la vita sui fronti di guerra per raccontare la verità in situazioni estreme».

 

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha espresso «vivissimo apprezzamento per l’impegno dispiegato dal ministro Emma Bonino, dal ministero degli Esteri e dai Servizi per il successo di tutti i delicatissimi passi volti a garantire la libertà di Domenico Quirico».

 

Come raccontano le cronache Domenico Quirico era sparito il 9 aprile di quest'anno mentre cercava di raggiungere Homs, provenendo dalla frontiera libanese per la sua quarta missione di testimone della feroce guerra civile in Siria. A giugno Quirico riesce a chiamare la moglie. Poi nulla più. Nelle ultime settimane il ministro Bonino si era mostrata «cautamente fiduciosa», anche rispetto al caso parallelo del gesuita padre Paolo Dall'Oglio, scomparso a sua volta in Siria a luglio.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna