Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

13/12/19 ore

Diana Krall all’Auditorium Parco della Musica di Roma



La cantante e pianista jazz canadese Diana Krall si è esibita ieri sera alla Cavea dell’Auditorium Parco della Musica, nell’ambito del “Roma Summer Fest”.

 

Accompagnata dal talentuoso chitarrista Marc Ribot, dal batterista Karriem Riggins, dal bassista Robert Hurst e dal mirabile sassofonista contemporaneo Joe Lovano, la musicista ha regalato al pubblico una serata all’insegna dell’autentico jazz, sotto il cielo stellato di Roma.

 

Dissonanze, controtempi e armonie ineffabili fuse in un’unica melodia, a celebrare quasi sempre l’amore, “anche quello non sempre felice”. “I’ve got you under my skin”, quasi sussurrata, rivisita le note di Cole Porter con eleganza, in un istante estivo certamente indimenticabile.

 

Diana Krall suona, seduta al piano, con il suo sorriso più aperto ed una tecnica formidabile. Il tempo non può che fermarsi. Imbrigliato tra i virtuosismi dei suoi strumentisti, incapace di scorrere via e di lasciare indietro tanta bellezza.

 

Per un po’ tutto resta sospeso, mentre gli occhi degli spettatori seguono il ritmo e la sua voce inconfondibile e le sonorità del jazz riportano alla memoria la sua musica raffinata, di inimitabile classe e fascino. E con “Take it with me” di Tom Waits è pura commozione.

 

Regina Picozzi

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna