Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

15/07/24 ore

Doppio. Il mio viaggio nel mondo specchio, di Naomi Klein. Riflessioni su scienza ed etica


  • Giovanna D'Arbitrio

Oggi si parla molto di Intelligenza Artificiale, che da un lato promette nuove meraviglie all’Umanità dall’altro suscita dubbi e timori. Per il modo in cui verrà utilizzata. Era il 1970 quando l’oncologo Van Rensselaer Potter usò il termine  “bioetica” in un suo articolo “Bioethics. The science of servival”.

 

Nel libro “Bioethics. Bridge to the future”, egli sottolineò poi la necessità di una nuova scienza che possa consentire  all’uomo di sopravvivere utilizzando i suoi valori morali, che faccia cioè da “ponte” tra conoscenze scientifiche e quelle umanistiche e tuteli non solo la vita umana, ma anche animali e piante, ossia il pianeta Terra nel suo insieme.

 

Ed ecco che il nuovo libro di Naomi KleinDoppio. Il mio viaggio nel mondo specchio” (Ed. Nave di Teseo) ci induce a riflettere.

 

Il libro viene così presentato: “Nel tentativo di sfuggire al Mirror World e tracciare una via d’uscita dallo smarrimento e dalla angoscia che ne deriva, Klein offre un quadro straordinariamente rivelatore dei pensieri e delle emozioni di molti di noi e pertanto scrive: «Benvenuto nel Mondo Specchio, dove il complotto è ovunque, dove la finzione è realtà, dove la destra è la sinistra e la sinistra è la destra, dove non sei in grado neppure di riconoscere te stesso». Cosa succederebbe se una mattina ti svegliassi e scoprissi in rete l’esistenza di un doppio, una persona con la tua stessa identità ma con idee e comportamenti molto diversi dai tuoi? E se cominciassi a vederne gli effetti anche nella vita reale, ricevendo minacce e insulti da parte di chi ti scambia per il tuo doppio?

 

Naomi Klein ha vissuto in prima persona questa esperienza, quando un suo alter ego, l’Altra Naomi, ha cominciato a diffondere opinioni e giudizi che lei trovava inaccettabili, ma che circolavano online confondendo i suoi lettori. Ben presto, quello che sembrava un semplice equivoco si è mostrato come l’inizio di una pericolosa deriva, difficile da definire ma con la quale molti di noi si trovano a convivere. Per capire meglio questo fenomeno, Naomi Klein si è tuffata nel Mondo Specchio, un presente confuso dove l’intelligenza artificiale ha ormai annullato ogni confine tra verità e finzione.

 

Una vertigine collettiva che condiziona ogni forma di comunicazione, nella quale prosperano negazionisti, si perdono le vecchie distinzioni politiche e le stesse democrazie liberali si ritrovano sull’orlo di nuove forme di autoritarismo, mentre dai nostri account proiettiamo doppi digitali in un mondo di cui non controlliamo le regole.

 

Dopo aver anticipato con i suoi best seller i più importanti cambiamenti politici e culturali degli ultimi anni, Naomi Klein torna a indicare una via di speranza per attraversare la crisi. Tra reportage politico e precisa analisi dei fenomeni sociali, questo libro attraversa lo specchio deformato del mondo in cui viviamo, e mentre insegue i nostri doppi svela molto di noi e del nostro modo di essere”.

 

Un vero incubo! Oggi in effetti ci preoccupa soprattutto tutto ciò che avviene in modo “Illegale” o che è pilotato da “discutibili interessi” di carattere  politico-economico: OGM, che in alcuni casi contagiano la natura, clonazione di animali, traffici illeciti di organi espiantati anche a bambini indifesi, banche di materiale genetico (non controllate da nessuno!) e quant’altro.

 

Ci mancavano anche i pericoli dell’intelligenza artificiale! In effetti il paradigma “dicotomico” che domina la nostra società, impone la separazione tra scienza e coscienza,  progresso scientifico ed etica, corpo e anima, uomo e natura, nazioni e culture, Nord e Sud, Est e Ovest, impedendo così un positivo processo evolutivo dell’Umanità attraverso un risveglio della Coscienza “unitaria”. 

 

Oggi perfino una minuscola particella di materia non può essere più considerata come qualcosa di separato, meccanicistico e statico, ma si presenta come microcosmo dinamico ed in qualche modo “intelligente”  che rispecchia il macrocosmo, l’Unità del Tutto, come le significative scoperte scientifiche nel campo della fisica quantistica hanno già dimostrato, superando le conoscenze newtoniane.

 

Sarebbe un bene per tutti aggiornarsi sull’argomento leggendo le opere del grande fisico David Bohm (“Wholeness and the Implicate Order”, “Quantum Theory” ecc.) o del premio Nobel, Francis Crick (“Life itself”, “The scientific search for the Soul” ecc.) o i testi che ci parlano del cosiddetto “esperimento a doppia fenditura”, iniziato da Young e Maxwell nel secolo scorso e portato a termine da C. Jonsson, e poi da tre Italiani Merli, Missiroli e Pozzi. Concludendo, solo elevando la Coscienza, cioè la consapevolezza del genere umano, si può arrivare ad un vero cambiamento della nostra società.

 

Naomi Klein, nata nel 1970 a Montreal, in Canada, da famiglia ebraica, è giornalista, attivista e scrittrice. Autrice dei best-seller internazionali No Logo e di Shock Economy, Una rivoluzione ci salverà, Il mondo in fiamme. Contro il capitalismo per salvare il clima. Collabora con varie testate, tra cui The Guardian, The New York Times, Internazionale.

 

 


Aggiungi commento