Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

14/07/24 ore

The Palace, di Roman Polanski. Una satira su ricchi e nuovi ricchi


  • Giovanna D'Arbitrio

Presentato in anteprima fuori concorso alla 80ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, The Palace, di Roman Polanski, è una satira ambientata nel 1999.

 

Ѐ il 31 dicembre e al Palace Hotel, un albergo di lusso situato in un castello circondato da innevate montagne svizzere, il direttore Hansueli (Oliver Masucci) e il suo staff sono in attesa di ospiti ricchi ed eccentrici: da notare tra loro un pornodivo in pensione, un uomo con giovane compagna che morirà durante un rapporto sessuale, un americano (Mickey Rourke) con il suo ridicolo parrucchino e anziane signore con volti deturpati dalla chirurgia estetica. Dall’altra parte ci sono tutti i lavoratori dello staff che osservano e notano tutte le idiozie di vari personaggi. 

 

A quasi 90 anni Polanski ritorna alla commedia con una satira sui ricchi, descritti con un sguardo abituato al jet set internazionale e l’ attitudine ad un’attenta e costante osservazione. A quanto pare desiderava girare questo film fin dal Capodanno 2000, trascorso nell'hotel che fa da set al film. 

 

Ci viene in mente il Polanski autore di “Per favore non mordermi sul collo” o il divertente “What?” con una giovane Sydne Rome, presente anche in The Palace in un ruolo autoironico, che ha così affermato parlando di the Palace : “Una storia demenziale, assurda e molto comica su un gruppo di clienti che si ritrova in un hotel di Gstaad per il capodanno 1999/2000. C’è una forte critica sociale, fra ricchi amorali, businessman senza scrupoli, oligarchi russi e adepti della chirurgia plastica, come il mio personaggio”.

 

Pregevole la sceneggiatura per la quale con il regista hanno collaborato Jerzy Skolimowski ed Ewa Piaskowskanon. Ottimo il cast includente Oliver Masucci, Fanny Ardant, John Cleese, Bronwyn James, Joaquim de Almeida, Luca Barbareschi, Milan Peschel, Olga Kent, Fortunato Cerlino, Mickey Rourke, Danylo Kotov, Matthew Reynolds, Marina Strakhova, Irina Kastrinidis, Sydne RomeTeco Celio, Naike Silipo. Lafotografia è di Pawel Edelman, ilmontaggio di Hervé de Luze, lemusiche sono di Alexandre Desplat.

 

Dopo L'ufficiale e la spia sul caso Dreyfus, questa è la sua seconda collaborazione con Eliseo Cinema di Luca Barbareschi, che oltre a produrre The Palace è anche tra gli attori nel ruolo dell’ex pornostar. "The Palace è un film di attori straordinari – ha affermato Barbareschi - Roman Polanski ha voluto creare un affresco di cos'è diventato questo mondo oggi (…) Ogni film con Roman è un'avventura come potrete immaginare, produrre i suoi lavori non è facile. Questo film è più che una commedia ed è pieno di riferimento legati alla sua vita. Dopo L'ufficiale e la spia voleva fare un film divertente, una commedia umana, e si è circondato di collaboratori eccezionali, tra cui Alexandre Desplat, che ha curato le musiche (…) Roman Polanski mi ha insegnato che l'età anagrafica non esiste. Vederlo correre su e giù sul set ad aggiustare la goccia di sangue che ha mescolato lui stesso poco prima o a spazzare via la polvere dal pavimento è un'esperienza impagabile. 'Dio è nei dettagli', ama ripetere”.

 

Tra il film di Polanski ricordiamo Il coltello nell'acqua, La collana di diamanti, Repulsione, Cul-de-sac, Per favore, non mordermi sul collo!, Rosemary's Baby, Macbeth, Che?, Chinatown, L'inquilino del terzo piano, Tess, Pirati, Frantic, Luna di fiele, La morte e la fanciulla, La nona porta, Il pianista, Oliver Twist, L'uomo nell'ombra, Carnage, Venere in pelliccia, Quello che non so di lei, L'ufficiale e la spia 

 

Ecco il trailer ufficiale (da 01Distribution - Rai Cinema)

 

 


Aggiungi commento