Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

01/03/24 ore

Un’ombra sulla verità, di Philippe Le Guay. Tra negazionismo e fake news


  • Giovanna D'Arbitrio

Arrivato anche nelle sale italiane Un'ombra sulla verità, di Philippe Le Guay, un film che ci fa riflettere sulle fragilità dell’attuale società e sui pericoli di false informazioni su social e Internet, capaci di alterare perfino la verità su eventi storici come l’Olocausto.

 

Il film racconta la storia di Simon Sandeberg, un architetto parigino di origine ebraica, (Jeremie Renier) e di sua moglie, la dottoressa Hélène (Berenice Bejo) che mettono in vendita la loro cantina: l’acquista il signor Fonzic (François Cluzet),sessantenne che afferma di attraversare un periodo difficile dopo la morte della madre; l’uomo non svela ai Sandenbrerg che ha intenzione di usare la cantina per abitarvi e subito vi si trasferisce.

 

Pochi giorni dopo, purtroppo, Simon scopre che Fonzic è in realtà uno storico negazionista, ma non riesce ad annullare la vendita. E così man mano la presenza dell'uomo finisce per turbare la vita di tutti i condomini e della stessa famiglia Sandemberg, destabilizzando i fragili equilibri di Simon con la moglie Hélène e la figlia adolescente Justine (Victoria Eber). Simon sarà costretto, inoltre, a svelare un passato familiare poco chiaro. 

 

Sotto accusa l’attuale società, Internet e social network diventate per tanti l’unica fonte di informazione. Più illuminante il titolo originale del film L'Homme de la cave (L'Uomo della Cantina), personaggio simbolo di un male all'apparenza innocuo, che lavora nell’oscurità nello stabile dell’agiata borghesia parigina scuotendone equilibri e convinzioni.

 

Notevoli il cast includente François Cluzet, Jérémie Renier, Bérénice Bejo, Jonathan Zaccaï, Denise Chalem, Patrick Descamps, Antoine Levannier, Martine Chevallier, Jack Claudany, la sceneggiatura di Philippe Le Guaye Gilles Taurand, la fotografia di Guillaume Deffontaines, le musiche di Bruno Coulais.

 

Tra i film del regista ricordiamo Les Deux Fragonard (1989), Urgence d'aimer - film TV (1992), Rhésus Roméo - film TV  1993), L'Année Juliette (1995), Trois huit (2001), Il costo della vita (Le Coût de la vie 2003), Du jour au lendemain - 2006), Le donne del 6º piano (Les Femmes du 6ème étage - 2011), V comme Vian - film TV 2011), Molière in bicicletta (Alceste à bicyclette-2013), Florida (Floride 2015), Normandie nue (2018), Un’ombra sulla verità (L'Homme de la cave -2021)

 

Ecco un video in cui il regista presenta il film(da Coming Soon)

 

 


Aggiungi commento