Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/12/18

Consultazioni, l'elogio della lentezza


Pubblicato Martedì, 03 Aprile 2018 15:34

4 marzo – 4 aprile 2018. In un mese di chiacchiere sterili, il dibattito politico si è avvitato su se stesso. Con l'avvio delle Consultazioni al Quirinale non è previsto – almeno nell'immediato – un cambio di passo. Si naviga infatti a vista e nel buio.

 

Il fattore tempo che trascorre lento sarà quindi il protagonista, sperando che si trovi la soluzione al rebus maggioranza. E una certa nostalgia per lo sgangherato bipolarismo degli ultimi 20 anni pur affiora, se si pensa agli antichi e compassati riti della prima repubblica che tornano a farla da padroni, complice una legge elettorale indecente, ma anche la rapida democristianizzazione dei nuovi e presunti attori del cambiamento.

 

Il pellegrinaggio sul Colle – a quanto sembra – registrerà pertanto un primo giro a vuoto. Servirà a mettere nero su bianco quanto detto e ripetuto fino alla noia dai partiti in 30 giorni di campagna post-elettorale. Saranno le prime bozze, ma la pagina evocata da Sergio Mattarella nel discorso alla nazione di fine anno resterà per ora bianca.

 

Passeranno giorni, settimane..., i più pessismisti prevedono addirittura mesi di decantazione. Poi forse si formerà un governo. Ma sarà per sfiancamento. (red.)

 

 



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò