Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

09/12/19

La lotteria degli Esodati


Categoria: ECONOMIA
Pubblicato Giovedì, 17 Settembre 2015 16:14

 

Ma quanti sono i cosiddetti esodati? A tre anni dall’approvazione dell’odiata legge Fornero, il numero dei malcapitati over 50 rimasti fregati, senza lavoro e senza pensione, resta un mistero che s’infittisce.

 

In proposito, c’è chi approfitta per fare campagna elettorale permanente, c’è chi promette di smontare pezzo dopo pezzo il ministero (la Lega di Salvini), c’è chi si scaglia contro una legge che ha approvato a suo tempo in quanto parte della maggioranza di governo (Giorgia Meloni, ma non solo lei)...

 

Intanto, all’insegna di un motto napoletano che qui traduciamo con “confusione, aiutami tu”, molti ne hanno italianamente approfittato per buttarsi nella mischia autoproclamandosi “esodati”, anche se con la tipologia sorta con il “capolavoro” del Governo Monti c’entrano poco.

 

Ora, visto che al ministero e all’Inps evidentemente ancora molto poco hanno compreso sulle dimensioni del fenomeno, si è pensato di fare un’indagine somministrando un questionario Senato-Istat ai diretti interessati. Il risultato del censimento è sorprendente: pare che i soggetti che rientrano nella categoria da salvare in qualche modo siano molto meno di quanto si vada strombazzando a destra e a manca: poco più di 1000, a fronte di circa 50mila della vulgata che va della maggiore.

 

Se il forte ridimensionamento dei numeri di cui dà conto con dovizia di particolari sul 'Corriere della Sera', Dario Di Vico, dovesse trovare reale conferma nei fatti, ci sarebbe di che ridere, ma giusto per non piangere. (A.M.)

 

 



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò