Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

22/10/20

Jesus Rolls, Quintana è tornato di John Turturro. Uno spin off caotico e grottesco


Categoria: CINEMA
Pubblicato Martedì, 22 Ottobre 2019 10:23
  • Giovanna D'Arbitrio

Jesus Rolls, Quintana è tornato, il recente film scritto, diretto e interpretato da John Turturro. è uno spin-off in quanto riporta in vita il personaggio di Quintana creato dai fratelli Cohen nel Grande Lebowski , ed è anche in parte un remake del film di Bertrand Blier  I santissimi (Les valseuses- 1974, tratto dal libro omonimo), con un gran cast di interpreti, come Gérard Depardieu, Jeanne Moreau, Isabelle Huppert.

 

Il film segue le vicende alquanto surreali di Jesus Quintana (J. Turturro) che, appena uscito di prigione, insieme ad altri due disadattati Petey (Bobby Cannavale) e Marie (Audrey Tautou) ruba una bella macchina ad un parrucchiere e Inizia così una fuga rocambolesca e senza meta in cui si inserisce una serie di avventure scollegate e senza logica.

 

É la descrizione di un mondo grottesco, a tratti demenziale e caotico, con molte scene di sesso e qualche punta drammatica come il suicidio di Jean, un’ex detenuta (Susan Sarandon).

 

Jesus Quintana senza il mondo dei Coen intorno a sé, insomma, diventa un altro personaggio e anche il film risulta ben diverso. Perfino l’umorismo appare strano (si ride poco in effetti) in un contesto senz’altro differente da quello descritto da Blier, fatto di piccoli, allegri furti, sesso e furberie di un gruppo di squinternati che si diverte a infrangere le regole della società borghese

 

Tornato ancora una volta alla regia, a quanto pare non con ugual successo di pubblico con quest’ultimo film, John Turturro ha realizzato una serie di pellicole in verità molto particolari e divertenti, come Mac, il musical Romance & Cigarettes e la commedia Gigolo per caso.

 

Bravo interprete di alcuni personaggi dei suoi film, evidenzia la sua maestria come attore anche in quest’ultima opera in cui si è avvalso di un ottimo cast, di una valida colonna sonora (Émilie Simon), buona fotografia (Peter Menzies Jr.)

 

Ecco sul film una intervista a John Turturro, Bobby Cannavale (da Coming Soon)

 

 



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò