Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

21/04/18

The Disaster Artist, di James Franco. Da pessimo film a cult di successo


Pubblicato Mercoledì, 07 Marzo 2018 19:17

The Disaster Artist, diretto, co-prodotto ed interpretato da James Franco,è tratto dall’omonimo romanzo autobiografico scritto da Greg Sestero e Tom Bissel.

 

La storia inizia quando Sestero conosce Tommy Wiseau ad un corso di recitazione e subito diventa suo amico, malgrado egli sia alquanto strano e misterioso: ha un accento dell’Est, ma dice di essere nato a New Orleans, nasconde la sua vera età, è ricchissimo ma non si sa da dove provenga il suo denaro.

 

Molto diversi tra loro, tuttavia i due amici hanno una grande sogno in comune: diventare attori e sfondare a Hollywood. Si trasferiscono pertanto a Los Angeles, cercando di ottenere una parte qualsiasi in un film o in televisione, ma i risultati sono scarsi.

 

Decidono così di girare un film, The Room,che appare sugli schermi nel 2003: un vero disastro, considerato il film più brutto della storia del cinema, eppure diventato un cult di successo. Quali i motivi?

 

Per la follia stessa del regista-attore (nonché sceneggiatore e produttore), la trama stramba e ricca di situazioni così improbabili da risultare comiche, il film suscitava grande ilarità e vero divertimento negli spettatori. Insomma un dramma che sullo schermo si trasformava in commedia.

 

James Franco non è solo regista di The Disaster Artist, ma anche attore nel ruolo di Tommy Wiseau, mentre Sestero è interpretato da suo fratello Dave Franco, entrambi supportati da un buon cast corale e camei di registi e attori, come Melanie Griffith, Judd Apatow, Micha Barton, Bryan Cranston ed altri.

 

Il film ha ottenuto diversi riconoscimenti, tra i quali il Golden Globe 2018 a James Franco (Miglior Attore), e due candidature agli Oscar: miglior film commedia, miglior sceneggiatura non originale (S. Neustadter, M.H. Weber).

 

Un film intelligente, ironico, che esalta l’amicizia tra due persone, un’amicizia che a quanto pare dura ancora oggi.

 

Durante un’intervista James e Dave Franco hanno sottolineato le difficoltà di ottenere successo nel mondo del cinema, ma allo stesso tempo secondo loro The Room dimostra che è possibile un ribaltamento degli schemi imposti da coloro che gestiscono il potere in questo campo.

 

Ecco l’intervista.

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 



Nuova Agenzia Radicale - Supplemento telematico quotidiano di Quaderni Radicali
Direttore Giuseppe Rippa, Redattore Capo Antonio Marulo, Webmaster: Roberto Granese
Iscr. e reg. Tribunale di Napoli n. 5208 del 13/4/2001 Responsabile secondo le vigenti norme sulla stampa: Danilo Borsò