Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/04/17 ore

Immagine-contatto

  • Aghi di Pino

    ... e ti querela, se mini l'onore e il prestigio della città cchiu' bella d'o munno. Questo grazie all'idea del sindaco-masaniello, stufo di una “narrazione distorta e a volte diffamatoria della città di Napoli.... oggetto di pregiudizi, stereotipi e dannose generalizzazioni”. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    La strategia dei 5 stelle è ormai chiara e consolidata: farsi portatori - con ingredienti populistici, miscelati con una buona dose di qualunquismo - delle più svariate istanze, talvolta in conflitto, sperando poi che la somma faccia il proverbiale totale in cabina elettorale. È bastato quindi uno sciopero in un centro commerciale, peraltro malriuscito, per agguantare un altro fronte caldo, una volta cavallo di battaglia della Chiesa: quello della sacralità del dì festa, violata dalle diaboliche liberalizzazioni, con grave nocumento per la pace e la serenità familiare. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    L’onorevole Adriano Zaccagnini si era già distinto per le sue posizioni molto discutili sui vaccini e il loro legame, per esempio, con l’autismo. Per perorare la causa, prosegue indomito la sua attività nel diffondere l’altra “verità” in proposito. Lo fa legittimamente attraverso i canali a disposizione di ogni parlamentare. La sala stampa di Montecitorio, per esempio, dove è stata indetta una discussa conferenza dal titolo “Libertà di scelta per vaccinarsi in sicurezza”.

  • Aghi di Pino

    Alla fine, male che vada, c’è sempre un Tar su cui contare. Così dal lontano Lazio arriva lo stop ai lavori sul gasdotto Tap in Puglia, dopo il ricorso della Regione contro "le note del Ministero dell’Ambiente con le quali veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 riferita alla cosiddetta fase 0 dei lavori, sull’espianto degli ulivi nell’area del cantiere di Melendugno".

  • Aghi di Pino

    "Da mafia capitale alla capitale della democrazia diretta". La giunta Raggi - dopo quasi un anno di nulla  - lancia la "rivoluzione" a 5 stelle che passa per le petizioni online e i referendum con voto elettronico e senza quorum.

  • EDITORIALI E COMMENTI

    Alla fine il ministro del Lavoro Poletti passerà probabilmente alla storia politica solo per le sue parole, dette in modo maldestro e casereccio, e non per quanto fatto (spesso male) o non fatto. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    Dopo i nuovi attacchi al regime russo, all’indomani dell’arresto dell’oppositore Alexei Navalny, a Matteo Salvini è parso “esagerato creare novelli eroi”, convinto che si tratti dell’ “ennesima montatura mediatica”.

  • EDITORIALI E COMMENTI

    Le motivazione del consolidamento dell'elettorato grillino, che non teme scossoni e inciampi di sorta, vanno ricercate anche nel non marginale ruolo dei media televisivi che, fin dai tempi dei vaffa di Beppe Grillo in pubblica piazza trasmessi in diretta e in differita nei talk tv e telegiornali, danno un rilevante contributo alla formazione del consenso pentastellato oltre i limiti della cerchia cosiddetta webete, cavalcando l'onda anti-casta secondo le richieste e gli auspici della Casaleggio & Associati su modi e tempi delle ospitate tv. di Antonio Marulo

  • Aghi di Pino

    La risposta di Beppe Grillo sul caso Genova...

  • Aghi di Pino

    In un noto spot pubblicitario c’era l’uomo che nella piantagione mangiava il frutto maturo e dava il suo responso, per ovvi motivi, a lieto fine: “ha detto Sì”. Anche nel M5S c’è chi fa la verifica sulla bontà dei frutti della fantomatica democrazia del click, ma non sempre va tutto bene; per cui l’uomo preposto, un tempo megafono, interviene e dice No, in virtù di una “prerogativa” che riserva al garante il diritto di fare e disfare decidendo per tutti, in nome e per conto – si presume (anche perché lui ci mette solo la faccia) - della Casaleggio & Associati. di Antonio Marulo